Lo confesso, ciò che in questo periodo più mi pesa e il non poter progettare viaggi… Posso pensarci, fantasticare, ma il non sapere “quando” mi inibisce dal leggere guide e programmare un itinerario.

Il viaggio in Vietnam è molto in forse, ma va bene così, faremo altro e sarà  bello lo stesso…

Non potendomi proiettare nel futuro, faccio un salto nel passato e, finalmente!!!!, parlo un po’ del viaggio in Canada dello scorso agosto.

E’ stato un viaggio  meraviglioso, di continua scoperta, un po’  stancante … 6000 km in due settimane…ma niente, io fatico proprio a stare più di due giorni nello stesso posto!!!!

I 3 piccoli viaggiatori, allora di 8, quasi 5 e quasi 2 anni, hanno dimostrato nuovamente un’ottima capacità di  adattamento, anche se ho intravisto i primi brontolii e mugugni di una preadolescenza che spero tardi ad arrivare!

L’ostacolo maggiore di un viaggio in Canada per noi sono state le lunghe distanze. Nonostante ci siamo limitati ad una parte del Quebec e alla Nova Scotia e abbiamo preso un volo interno, ci sono stati dei giorni in cui abbiamo trascorso anche 8 ore in auto!! Foreste, foreste, foreste e una lunga, lunghissima strada…

Con questo post vorrei , però, farvi venire voglia di partire per il Canada e quindi eccovi le 10 cose più  belle che mi ha lasciato il viaggio nel Canada Orientale.

Farò una cosa poco razionale, descrivendo i primi 10 ricordi che la mia mente mi farà rivivere!

 

Ed ecco la prima immagine: le BALENE! Già incontrate in numerosi viaggi, vedere la vicino questi essere giganti, eleganti e silenziosi è sempre magico!

Noi le abbiamo viste in mare aperto nella Bay of Fundy e successivamente da riva in  Gaspesie.

Ci vuole molta pazienza, sembra sempre che le balene facciano salire un po’ di suspance prima di comparire, ma la prima coda che spunta dalle acque scure e lo spruzzo d’acqua con cui ci salutano vale tutta l’attesa!

I VILLAGGI DI PESCATORI della Nova Scotia sono magici… sperduti nel nulla, con una manciata di abitanti e  affacciati sulle fredde acque dell’Atlantico trasmettono allegria soprattutto per i colori vivaci delle case a contrastare la nebbia che spesso avvolge queste coste. Lunenburg è il più conosciuto, ma sono tantissimi e tutti meritano una sbirciata!

Noi siamo cacciatori di FARI, amiamo scovarli, fotografarli, se possibile salirci in cima. In Nova Scotia ce n’è uno ogni curva, meravigliosi!

Il momento più bello della nostra vacanza per me è stato NAVIGARE IN CANOA in un LAGO del parco de la Mauricie. Solo noi 5 e la natura incontaminata, cielo blu, un bagno con i bimbi schiamazzanti, a un certo punto, mentre remavamo, ci siamo pure messi a cantare…

Di ALCI credevo di incontrarne un sacco, in realtà per scovare una famigliola abbiamo dovuto scarpinare parecchio ed è stato l’unico incontro concessoci! Sono comunque animali maestosi, dei cavalli giganti, pacifici… per i bimbi è stato uno dei momenti più memorabili della vacanza

Partendo sempre molto in anticipo con l’organizzazione dei viaggi, mi piace cercare sistemazioni originali e in Canada siamo riusciti a dormire due notti in una vera YURTA, affacciati sul mare della Gaspesie. Falò serale con immancabili marshmallow, risveglio con le foche sulla spiaggia, barbecue come i veri americani!

Se si va in Quebec, arrivare fino a PERCE’ vale la pena. Merita circumnavigare la maestosa roccia omonima e poi sbarcare sull’Ile de Bonaventure con i suoi prati fioriti, decine di foche sulla spiaggia, migliaia di sule starnazzanti e numerosi sentieri per scoprire quest’isolotta tranquilla.

Anche il centro abitato di Perce’ ha in suo perché, con la passerella in legno che costeggia la spiaggia, i meravigliosi giochi per i bambini e i pub per gustarsi una birra al sole.

L’OSPITALITA’ del popolo canadese ci rimarrà nel cuore. In certe aree vivono isolati dal mondo, ma regna la tranquillita’ e una bella sensazione di sicurezza. Le porte delle case non vengono chiuse a chiave, non ci sono recinzioni, tutti ti offrono aiuto.

Non ci vivrei in Canada, l’influenza dello stile di vita statunitense è molto evidente, ma essere accolti con un sorriso  e due parole gentili non accade ovunque!

La visita alle falesie di JOGGINGS disseminate di FOSSILI l’avevamo programmata per Giorgio, il nostro bimbo grande con la passione per la paleontologia. Purtroppo lui era piegato in due da un passeggero mal di pancia e le abbiamo apprezzate poco. Le alte falesie nere, con le impronte di migliaia di fossili, sommerse quotidianamente dalle maree più alte al mondo, sono un meraviglioso libro di storia a cielo aperto.

E infine, sarà difficile dimenticare il favoloso PANINO DI ARAGOSTA gustato su un molo circondato da barchette e pescherecci , la brezza fresca tra i capelli, un tiepido sole … e i bimbi felici, sorridenti e liberi!

 


Olivia Segre

Mamma di 3 bimbi pieni di energia amo occupare il tempo libero con le mie due passioni: la montagna e i viaggi!! Zaino in spalla, natura selvaggia e adattamento alle situazioni più bizzarre sono le nostre parole d'ordine e poi via con DIVERTIMENTO PURO FORMATO FAMIGLIA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *