lago Trasimeno-Isola Maggiore

Perchè decidere di andare a spasso per l’Umbria? Prendi 2 sorelle, i mariti, i loro 5 figli di 3-4-6-8 anni e 2 nonni giovani e organizza una vacanza su misura… niente mare per la pelle delicata dei più, niente aereo per un controllo di budget, niente giornate intere passate in auto per la non-voglia di tutti e niente grandi città per lasciare i bimbi più liberi e tranquilli possibile. Serviva tanta natura, spazi aperti, possibilità di svago e relax ma anche tante belle cose da visitare e scoprire perchè troppo fermi ci si annoia. Ho scelto l’Umbria e ho trovato tutto. Ce ne siamo perdutamente innamorati, tutti. Se l’avete visitata sono curiosa di sapere se è un sentimento comune, se non l’avete ancora fatto allora prendete spunto e organizzatevi perchè sono certa che non ve ne pentirete.

posti belli e bimbi arrabbiati 🙂

Non starò qui a farvi un elenco di cose da visitare e “spuntare” perchè il consiglio principale che posso darvi è di lasciarvi guidare dall’Umbria stessa. Abbandonate programmi, tabelle di marcia e guide: respirate l’aria che c’è, carica di gelsomini e tigli in fiore (se andate a giugno ovviamente), perdetevi con lo sguardo tra i panorami bucolici di colline, laghi, borghi arroccati -si è capito da un po’ che sono la mia parte preferita 😉 – castelli, torri e chiese.

DOVE DORMIRE: noi abbiamo scelto come base il lago Trasimeno. Primo perchè sta crescendo in me una passione smisurata per i laghi e questo in particolare mi ha conquistata senza remore. Romantico, scenografico, molto meno sfruttato dei suoi fratelli lombardi e per questo autentico e pacifico. I bambini non sentiranno affatto la nostalgia del mare perchè potranno fare il bagno e giocare con la sabbia nei lidi (Castiglione del lago e Passignano), andare sul pedalò, esplorare il lungo lago in bici, prendere la barca per le isole…). Alla sera poi, passeggiare lungo lago, godersi lo spettacolo del tramonto e le barchette a vela che puntinano quella tavola blu vi farà dimenticare tutto lo stress accumulato nell’anno.

stare in fattoria

Come struttura, vi STRAconsiglio di andare in agriturismo. Nella zona ce ne sono tantissimi, alcuni che danno solo il servizio di pernottamento, altri con la colazione, altri ancora con la possibilità di cenare: questa opzione può essere comoda se si hanno bimbi piccoli ma in zona si mangia davvero bene ed è un peccato non provare le numerose trattorie di cucina locale! Noi abbiamo scelto la Casa di Campagna a Magione e devo dire che è stata una scelta azzeccatissima: ampi spazi dove lasciare liberi i bambini, animali della fattoria che si fanno accarezzare, parco giochi dove si fa colazione e cena e una bellissima piscina dove rinfrescarsi a fine giornata. Noi abbiamo optato per uscire al mattino a girovagare, rientrare nel primo pomeriggio per passare le ore più calde in piscina e uscire nuovamente verso sera.

COSA VEDERE

Sicuramente è d’obbligo partire proprio da lui, il LAGO TRASIMENO. Splendido, circondato da colline, ricoperte da boschi, prati, campi di grano e lenticchie e disseminato di torri e manieri. Per i bimbi una bellissima gita è stata quella all’Isola Maggiore: abbiamo lasciato la macchina a

Campo del Sole a Tuoro – Umbria

Tuoro così da vedere il Campo del Soleun museo all’aperto in cui troverete 27 colonne-sculture che formano una grande spirale e che guidano a una tavola centrale sormontata da un simbolo solare (e che i bimbi correranno a scalare). Da qui abbiamo preso una barchetta (ci sono i traghetti ufficiali con orari prestabiliti e poi c’è un taxi boat dai prezzi onestissimi che parte appena raggiunge i 10 -12 passeggeri. 5 euro a persona ma fa pagare solo gli adulti, decisamente più economico del traghetto il cui costo è di 6,70 euro con un ridotto per i bambini). Una volta arrivati sull’Isola vi ritrovate in un vecchio borgo di pescatori fatto tutto in mattoni e pietra esclusivamente pedonale per cui per i bimbi (e per i genitori) sarà bellissimo correre e esplorare senza ansia e pericoli. e che pace che si respira…ancora di più quando lasciato il borgo si prosegue lungo  il percorso “Lungo Lago” o il suggestivo “Sentiero dei Lecci”, che si immerge nel bosco di lecci e pini, e attraversa l’isola. Qui il silenzio e la natura la fanno da padrone… non a caso su quest’ isola si fermò per i 40 giorni di Quaresima nel 1211 San Francesco per cui si posso vedere statue e posti dedicati al Santo. 

Tutti in barca!

L’idea era di dedicare una mezza giornata anche all’Isola Polvese dove si trova un giardino delle piante acquatiche che però al momento non è in funzione per cui abbiamo desistito.

intorno al lago invece non potete assolutamente perdervi Castiglione che è una vera perla, un borgo tutto in pietra e mattoni, con piccole viette e una bellissima Rocca, la Rocca del Leone a cui si accede attraverso uno stretto camminamento coperto con feritoie sul lago che parte dal

Rocca del Leone

Palazzo della Corgna. Si può passeggiare lungo tutta la cinta muraria e salire sulla torre per godersi uno splendido panorama sul lago (i miei figli l’hanno adorata nonostante i 35 gradi e il sole a picco sulle loro teste). L’ingresso è a pagamento a partire dai 7 anni e costa 8 euro intero e 6 euro il ridotto.

Altra meta imperdibile è San Feliciano, non tanto per il paesino in sè ma per lo splendido scenario del tramonto sul lago (quindi andateci di sera!!!): non a caso è definito “il paese dei tramonti”!!

Tramonti top in Umbria

Molto carino poi, Passignano, con il lungo lago movimentato da locali, bar, ristorantini e barchette.

E poi… in ordine di gradimento ASSISI, magnifica. Una poesia per gli occhi arrivare e ritrovarsi

Umbria Assisi

una città da cartolina con la sua pietra chiara che si riflette al sole, la meravigliosa Chiesa affacciata su uno sperone roccioso, i vicoli stretti e i locali all’aperto.

SPELLO un’Assisi in mignatura. Ogni metro, ogni via, ogni scala, ogni cortile merita 10 foto e

Umbria Spello

minuti interi spesi ad ammirarli. Non consiglio altro che non sia di passeggiare lentamente e lasciare fare agli occhi tutto il resto. Ci sarei rimasta una giornata intera, avrei voluto percorrere ogni singolo vicolo per osservarne le angolature, ho dovuto arrendermi per via del caldo e delle gambe dei bimbi che ad un certo punto si sarebbero rivoltate sicuramente (più che altro perchè abbiamo progettato di andare lo stesso giorno anche a Perugia…) Unico neo che sicuramente è da segnalare…SCONSIGLIO VIVAMENTE DI USARE I PASSEGGINI…quindi o avete bimbi camminatori, o usate zaini, fasce o marsupi oppure vi perderete una gran parte del fascino…

CITTA’ DELLA PIEVE – PERUGIA parimerito perchè amo di più i piccoli borghi per cui città della Pieve mi ha conquistata. Bellissima nei suoi mattoni,

Umbria Città della Pieve

orgogliosa sulla sua collina e coinvolgente con il suo giro dei vicoli. Perugia più grande e più caotica ma il centro pedonale la rende piacevole e piazza IV novembre merita davvero di essere

Umbria Perugia

vista. Abbiamo anche visitato la Perugia sotterranea ma sinceramente visto il costo (10 euro gli adulti e 6 i bambini) e il paragone che mi viene da fare con la Napoli sotterranea che era stata un’esperienza indimenticabile, ammetto che non mi ha entusiasmato, anche se la guida è stata bravissima e gentilissima.

CORTONA che in realtà è in Toscana ma veramente attaccata al lago Trasimeno (che le regala anche un panorama impareggiabile e il vicino Eremo le celle, un paradiso in cui avrei voluto fermarmi giorni interi a meditare!!

Eremo Le Celle

Ci siamo persi molto dell’Umbria, ma come ho detto prima è un luogo che va assaporato con calma e lentezza per cui ho preferito selezionare molto e rimandare a una prossima vacanza le cascate delle Marmore, i panorami di Castelluccio, Narni e Terni e Spoleto e Gubbio…L’Umbria è una di quelle mete…slow! Le mete che ultimamente cerco sempre di più. E’ il piacere dei sensi e il riposo della mente. E’ una coccola, fatta anche di gente ospitale e gentile, buona cucina, rispetto e amore per la natura.

Spero di avervi convinto e buone vacanze 🙂

 

 

 


Natascia Rosolin

Appassionata di viaggi da sempre ma da quando son mamma ancora di più! Mamma sempre sull'orlo di una crisi di nervi e perennemente con la testa tra le nuvole (anche alla mia mente piace viaggiare :-) !!) Da 2 anni amica/collega di Olivia drogata di viaggi come me natascia.rosolin@gmail.com

11 commenti

Cristiana · luglio 22, 2019 alle 4:22 pm

Siamo tornati sabato dalla provincia di Viterbo, mi fai pentire di non esserci fermati a Città della Pieve mentre tornavamo! Comunque è una zona d’Italia bellissima!

    Natascia Rosolin · luglio 23, 2019 alle 8:53 am

    Consolati pensando che ci sono talmente tanti posti belli in quella zona che vale la pena tornarci!! Anche io ho lasciato a malincuore tanti “sospesi”!

Patrizia Macchini · agosto 5, 2019 alle 12:04 pm

L’Umbria è veramente una regione meravigliosa, vedo che l’hai girata per lungo e per largo, almeno per quanto concerne la provincia di Perugia. Mi hai riportato a spasso per quei meravigliosi borghi medioevale che non visito più da anni, facendomi venire la voglia di tornarci

    Natascia Rosolin · agosto 5, 2019 alle 12:15 pm

    si, girata tanto anche se ho dovuto tralasciare un sacco di posti per cui sarà d’obbligo tornarci!!

Monica Colombo · agosto 5, 2019 alle 5:56 pm

Sento da molti parlare del Borgo di Spello e mi hai tanto incuriosito con le tue parole .
mi piace il vostro modo di viaggiare lasciando i bambini massima libertà di fare e agire

    Natascia Rosolin · agosto 5, 2019 alle 6:23 pm

    Si questa è un po’ la nostra filosofia. E Spello è veramente incantevole. Un piccolo presepe da cartolina

Julia · agosto 5, 2019 alle 11:23 pm

Mi hai convinto! Mi sembra proprio una bella meta per un viaggio senza fretta in famiglia. L’ideale per godere il tempo tutti insieme

Annalisa · agosto 6, 2019 alle 7:42 am

Anche noi abbiamo scoperto l’Umbria solo quest’anno e c’è ne siamo completamente innamorati. Non siamo stati sul Trasimeno, ma tra Spoleto e Assisi. Due Borghi davvero caratteristici, da vivere decisamente in maniera slow!

    Natascia Rosolin · agosto 9, 2019 alle 11:46 am

    Spoleto purtroppo non siamo riusciti a vederla. Ma Assisi è stato amore a prima vista!

Blery&Ily · agosto 6, 2019 alle 7:50 am

L’Umbria è bella, piena di storia e cultura. Sono stata solo a Perugia però dalla tua recensione dei porti verrebbe voglia di partire alla scoperta di questa terra.

    Natascia Rosolin · agosto 9, 2019 alle 11:47 am

    Assolutamente sì, è una regione meravigliosa da visitare con lentezza, assaporando proprio quella pace autentica che si respira nei panorami, nel cibo e nelle strette vie dei borghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *