L’estate è ormai conclusa e ci stiamo proiettando verso le mete invernali. Ci sono però mete non troppo lontane in cui si possono ancora godere giornate calde e qualche bagno: la Grecia è una di queste!

Per chi poi ama le isole un po’ meno turistiche Kythnos può fare al caso vostro.

Appartenente all’arcipelago delle Cicladi, se ne sta un po’ in disparte, pur essendo facilmente raggiungibile da Atene e questa è stata per me una delle peculiarità di questa arida isola montuosa, che la rende ancora più affascinante! Nel mese di giugno abbiamo avuto la fortuna di trovarci quasi sempre soli in spiaggia, con i bimbi liberi di correre e gridare senza dare fastidio a nessuno.

Ci sono più di 70 spiagge da scoprire, a volte percorrendo strade un po’ dissestate, altre sentieri tra ragni e arbusti spinosi, sempre con un mare cristallino meraviglioso, qualche tamerice a far da ombrellone e una leggera brezza a rendere il caldo sopportabile. Assolutamente da non perdere è la spiaggia di Kolona, una lingua di sabbia che si contende tra due lembi di mare, veramente scenografica.

Per chi ama anche ama locali e ristorantini, Merihas, Chora e Dryopida permettono anche un po’ di vita serale, sempre però senza folla e turismo di massa. Si tratta sempre di villaggi pittoreschi, per fortuna chiusi al traffico

E poi esiste la possibilità di trekking (meglio in primavera e autunno), l’importante è che no soffriate di aracnofobia: ragni giganti  tessono le loro tele da un estremo all’altro dei sentieri costringendo il nostro papà ad aprire il varco con bastoni e fascine! Un percorso bellissimo da fare a piedi è quello che raggiunge il Castro, antica fortezza, nascosta tra le rocce da cui il panorama è meraviglioso. E lungo la strada incontrare  capre e asinelli in libertà!

 

Kythnos è poi famosa per le terme di Loutra di cui resta un angolo di spiaggia dove sgorga una sorgente di acqua calda e poi la grotta di Kataphyki, per noi un po’ deludente.

Per noi quest’isola è stata soprattutto ritmi lenti e libertà, cene al tramonto davanti alla nostra casetta sulla spiaggia, risvegli con il canto del gallo e il rumore delle onde, mare, tuffi e corse sulla spiaggia! La vacanza ideale formato famiglia!

Dai, i primi di novembre c’è un ponte di 4 giorni, una scappata potete ancora organizzarla!

Alcuni consigli:

-per raggiungere l’isola noi abbiamo preso il volo Milano Atene, noleggiato l’auto e preso il traghetto a Lavrio, un porto decisamente più piccolo rispetto al Pireo e anche più vicino all’isola. Con 1 ora e 40 minuti di traghetto si raggiunge Kythnos spendendo poco più di 20 euro a testa (andata e ritorno, escludendo l’auto).  Tornassi indietro noleggerei l’auto sull’isola: il noleggio sembra molto più caro, ma prendendo un’auto ad Atene occorre aggiungere costi  per assicurazione  per andare sulle isole e su un traghetto e alla fine si pareggia il conto!

-ho trovato una casetta meravigliosa tramite AirBnb a Flampouria, ideale per 4 + bimbo piccolo, direttamente sulla spiaggia, in una baia tranquillissima, senza essere isolati, con tutto il necessario per una famiglia con bimbi piccoli. Cercatela, raccomandatissima!!!!

 

 

Categorie: grandi viaggimare

Olivia Segre

Mamma di 3 bimbi pieni di energia amo occupare il tempo libero con le mie due passioni: la montagna e i viaggi!! Zaino in spalla, natura selvaggia e adattamento alle situazioni più bizzarre sono le nostre parole d'ordine e poi via con DIVERTIMENTO PURO FORMATO FAMIGLIA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *