Appena tornati dalla nostra prima vacanza in 5…anche il piccolo Pietro è un ottimo viaggiatore!! Avevamo voglia di una vacanza riposante, con natura insolita e spettacolare e lontano dalle solite rotte turistiche…Lanzarote, escludendo l’estate, è  anche questo!

4 ore di volo da Malpensa (unica nota dolente Easyjet che si è confermata non adatta alle famiglie  con bimbi piccoli, appena possono fanno pagare supplementi e non sono per niente elastici!), isola piccola, una settimana è  più  che sufficiente a visitarla tutta!

Temperatura decisamente più calda del gelo siberiano di questa stagione in Italia…sempre tra i 13 e i 18 gradi, peccato il  vento che penso sia pressoché una costante e rende subito le temperature meno piacevoli…gli ultimi due giorni in cui splendeva il sole e non c’era vento mi sono sentita come a maggio in attesa dell’estate!

Ecco la mia top five, naturalmente considerando la banda di marmocchi under 6 che avevamo al seguito!!!

– i vulcani!!! Ce ne sono più  di 300 sull’isola! Il modo per apprezzarli maggiormente è  sicuramente a piedi, ci sono trekking per tutte le gambe! 20180212_144853Noi abbiamo percorso l’anello intorno al cratere della  Caldera Blanca, per bimbi già un po’ allenati e genitori molto pazienti! Panorama bellissimo! Anche ne El Cuervo si può entrare in un cratere di sabbia nera camminando meno. 20180210_120849Per i più pigroni, visitando il parco di Timanfaya è incluso un meraviglioso itinerario in  pulman su strade non percorribili autonomamente e con  panorami mozzafiato! 20180210_164253

– Playa del Papagayo. Bella spiaggia di sabbia fine e mare turchese che fa dimenticare di esseresull’oceano. 20180209_151819Nelle giornate calde e senza vento  credo si possa fare il bagno tutto l’anno. Noi l’abbiamo attraversata  sulla via del ritorno del trekking che porta alla punta omonima…in estate me la sono immaginata purtroppo affollatissima.20180209_154031

– Isla la Graciosa. A 30 minuti di traghetto dal nord dell’isola di Lanzarote c’è questa isoletta per la maggior parte occupata da un parco naturale. Non ci sono strade asfaltate, le casette bianche e verdi sanno di magreb  e si percorre a piedi o in bicicletta…il paesino in cui si attracca deve essere suggestivo la sera, quando i turisti lasciano l’isola con l’ultimo traghetto… l’ideale sarebbe noleggiare delle biciclette e  percorrere il periplo dell’isola, peccato che , spero solo in questo periodo, i negozi che noleggiavano bici non avevano a disposizione seggiolini e bici da bambino … in ogni caso con poco più di mezz’ora a piedi si possono raggiungere belle spiagge, riparate e con mare calmo…20180213_142733i bimbi hanno pure fatto il bagno!!

20180213_170522

– El Gulfo. Sarà che è stato il primo paesino visto  a Lanzarote, nonostante il vento e la pioggia che ci aveva accolti, l’atmosfera bohemien,  le strade quasi tutte sterrate e i negozi di tavole da surf mi sono rimasti nel cuore!

– Playa Quemada. Meraviglioso paesino sulla spiaggia di sassi  e sabbia nera, sa di ritmi lenti e pesce fresco mangiato al tramonto…IMG-20180214-WA0015peccato averlo scovato solo l’ultimo pomeriggio…dovessi consigliare un posto dove cercare una sistemazione sull’isola sarebbe sicuramente questo!


Olivia Segre

Mamma di 3 bimbi pieni di energia amo occupare il tempo libero con le mie due passioni: la montagna e i viaggi!! Zaino in spalla, natura selvaggia e adattamento alle situazioni più bizzarre sono le nostre parole d'ordine e poi via con DIVERTIMENTO PURO FORMATO FAMIGLIA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *