Lollo e il suo viaggio senza fretta (parte 2)

L'immagine può contenere: 1 persona, oceano, cielo, nuvola, occhiali_da_sole, cappello, montagna, spazio all'aperto, natura e acquaSembrava un semplice viaggio individuale il suo, un anno fa, quando ve ne parlavo per la prima volta. E invece Lorenzo Cardone, detto Lollo è appena tornato dal suo secondo viaggio “senza fretta”. Stesse modalità e stessi principi della prima esperienza ma luoghi nuovi con nuove persone da salutare.

Con questa esperienza si manifestano in pieno tutte le potenzialità del viaggiare: il viaggio come terapia, il viaggio per mettere alla prova se stessi e il proprio rapporto con gli altri e con il mondo, il viaggio per abbattere confini e barriere, fisiche, geografiche ma soprattutto mentali.  L'immagine può contenere: una o più persone, fotocamera e spazio all'aperto

Ma la cosa più emozionante è che in realtà il suo viaggio dall’anno scorso non si è mai interrotto e, benchè sia cominciato come un viaggio solo suo e del suo papà, la loro energia e il loro ottimismo hanno innescato una reazione a catena che non accenna a rallentare. Visitate la sua pagina Fb o il suo blog  per vedere quanto Lollo in realtà stia facendo il giro del mondo. Amici, conoscenti, fans e followers che indossano la maglietta del suo progetto e la portano con loro in ogni angolo del mondo. Per far conoscere la sua storia, per portare il suo saluto. Per dimostrare che a volte i piccoli gesti o le singole persone possono cambiare il mondo. L'immagine può contenere: 24 persone, persone che sorridono

Mia figlia l’anno scorso ha imparato una canzone all’asilo che io mi facevo cantare ripetutamente a casa: si intitola Goccia dopo goccia, una canzone per bambini che però nella sua semplicità racchiude un significato profondo e che Lollo e il suo papà Franco in questa avventura “senza fretta” hanno reso realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *