Sono passate ormai quasi 3 settimane dal mio rientro, ma questo viaggio per me ha significato così tanto e mi ha scatenato emozioni così profonde che diventa davvero difficile ridurlo in un semplice post. Avrei talmente tante cose da dire da non sapere nemmeno da che parte cominciare, quindi l’unica soluzione è raccogliere un po’ pensieri e impressioni in ordine sparso. E allora vediamo un po’ il mio alfabeto di Sydney 🙂image

A come AUSTRALIA: Mai avrei pensato di andare in Australia ma sopratutto mai avrei pensato di attraversare il mondo per poi concentrarmi per due intere settimane su una sola città. La mia sete di vedere esplorare e conoscere non me l’avrebbe mai permesso se non fosse stato il cuore questa volta a dettare le regole. E devo dire che alla fine mi ha permesso di conoscere a fondo una città, di viverla non da turista ma da abitante e di amarla, tanto.

B come Blue Mountains: a due ore di treno da Sydney devono il loro imagenome alla foschia color azzurro ardesia che le avvolge, causata dall’evaporazione dell’olio dagli alberi di eucalipto. In questa regione si estendono tre parchi nazionali: si possono ammirare paesaggi mozzafiato o percorrere sentieri circondati da una lussureggiante vegetazione o come me avventurarsi in una giornata di canyoning in mezzo alle gole, ma questa esperienza merita un post tutto suo!!

C come COOGEE BEACH  e come CAMMINARE da COOGEE a BONDI lungo un sentiero panoramico sull’oceano toccando imagesplendide spiagge. 6 km pressochè pianeggianti e percorribili anche dai bambini che alla fine potranno rotolarsi nella morbidissima sabbia bianca!!

D come DARLING HARBOUR: una delle zone più giovani di Sydney, un concentrato di attrazioni e divertimento per tutte le età. Si trova l’acquario di Sydney, la ruota panoramica e locali, ristoranti e negozi di ogni tipo che ne fanno un esplosione di luci, gente e attività sia diurne che notturne.

E come Estate: eh già, perchè mentre a casa tremavano di freddo e spalavano neve io ero in costume sotto un sole rovente!! Se volete andare a Sydney andateci tra dicembre e gennaio…e vivrete una splendida estate!

F come FISH AND CHIPS: considerato il loro piatto nazionale, si lo so, per noi italiani è aberrante, ma volete mettere mangiare fish and chipsimage direttamente sulla spiaggia a Watson’s bay con i grattacieli della city che fanno capolino all’orizzonte? Una delle giornate più belle della mia vita!!

G come GARDEN: Sydney è una città verdissima. Ci sono tantissimi parchi nel bel mezzo del centro e sono uno più bello dell’altro. L’ideale è avere il tempo per passeggiarci in pieno relax e stendere una coperta sui loro prati perfetti per un picnic. E se ci andate alla sera sarà facilissimo fare amicizia con gli Opossum!

H come HIGH TEA: è una tradizione ovviamente inglese ma mi piacerebbe tanto se arrivasse anche qui in Italia. Passare un pomeriggio con le amiche o come me tra sorelle sorseggiando buonissimo the e abbuffandosi di leccornie dolci e salate servite vicino. Se poi si fa nella storica sala da te del QVB (vedi più avanti) direi che rimarrà tra le esperienze più piacevoli della vacanza australiana. PS: (ovviamente io ero senza bambini… con loro forse sarebbe un pochino meno rilassante 🙂 !)

I come Indimenticabile: attraversare il mondo, vivere una metropoli con chi ci abita da anni, godersi una famiglia che mancava tanto, troppo al mio cuore e farsi coccolare per 2 settimane…

L come LUNA PARK: io non ci sono andata perchè ero senza i miei bimbi e i miei nipoti sono ancora molto piccoli. Ma se avete bimbi oltre i 3 anni credo sia tappa obbligata!

M come Manly: mezz’ora di ferry dalla city per arrivare a questo quartiere di Sydnay che ricorda molto la nostra Rimini, con un lungo corso pedonale straripante di negozi ristoranti bar e turisti. Si trovano ampie spiagge ondose e brulicanti di sorfisti o per chi vuole camminare un po’ di più piccole baie nascoste tra le palme. Qui si respira la massima aria vacanziera!!

N come NIPOTINI: per me Sydney è stato soprattutto questo. Come anticipato prima solo l’amore sconfinato per loro e la voglia di imagegodermeli al 100 % han fatto si che proseguissi con questa mia nuova lentezza che devo dire avevo già fatto mia anche nelle ultime vacanze da mamma. Non posso raccontarvi nulla della magnifica Australia che c’è fuori da Sydney ma posso raccontare quanto sia imagebello passeggiare coi bambini al Botanical Garden, quanto siano numerosi i parchi giochi, quanto i locali siano organizzatissimi con disegni da colorare pastelli e giochini, quanto sia entusiasmante portare i bambini al Taronga zoo e quanto i vostri figli si ecciterebbero a guardare lo spettacolo delle foche.

O come Opera House: non si può parlare di Sydney senza parlare del suo simbolo… e quanta emozione a ritrovarsi li davanti! Se poi si ha la fortuna come me di essere portata a sorpresa all’interno e assistere a un concerto sinfonico su discografia dei Queen… che ve lo dico a fa’ !!!

P come pancake: sapete che per me viaggiare deve essere con gli occhi con imagela mente con il cuore e…con la gola….quanto sono buoni!! Anche questi dovrebbero diventare un po’ più famosi sulle nostre tavole

Q come QVB Queen Victoria Building, per tutti i fan dell’architettura e dello shopping questo imponente palazzo del XIX secolo offre una serie di negozi di lusso, ma anche interni ed esterni in stile romanico e Art Deco perfettamente conservati.

R come the Rock, il quartiere antico di Sydney fatto di edifici bassi e strade di ciottoli. Ci sono diversi Pub storici.

S come Sorelle. Vivere tutte tre insieme come quando eravamo imageragazzine ma ancora di più, perchè con la consapevolezza che il tempo per noi era poco e dovevamo assaporarcelo proprio tutto…

T come Terapia: il viaggio per me è terapia. Sempre. Questo poi ancora di più. Per tutto il carico emotivo che si portava dietro (se non l’avete ancora letto qui spiego tutto), per quello che ho lasciato a casa e per quello che poi ho dovuto lasciare laggiù. Viaggiare a volte salva il cuore.

U come Una volta nella vita dovete andarci. Io anche di più!!!

Z come Zoo. E’ davvero un peccato per me essere volata fino in Australia e aver visto koala e canguri solo allo zoo…ma ovviamente scegliendo di restare in città non potevo fare altrimenti. Comunque lo zoo di Sydney è davvero bello e si gode di una meravigliosa vista sulla city. Se viaggiate con i bambini credo sia doveroso passarci una mezza giornata.

Lo so, credo che questo sia il post più confuso che mai scriverò nella storia. Spero vogliate perdonarmi e spero di essere comunque riuscita a trasmettervi un po’ di quelle splendide emozioni che mi hanno letteralmente strapazzato poche settimane fa. Viaggiare è sempre un’emozione, una scoperta, un cambiamento. Non si torna mai uguali a prima da un vero viaggio. A me questo viaggio ha aggiustato il cuore. Avete presente quella storia dei vasi rotti che i giapponesi aggiustano mettendo dell’oro nel collante per far brillare le crepe? Ecco…per me questo viaggio a Sydney è stato proprio così.image

 


Natascia Rosolin

Appassionata di viaggi da sempre ma da quando son mamma ancora di più! Mamma sempre sull'orlo di una crisi di nervi e perennemente con la testa tra le nuvole (anche alla mia mente piace viaggiare :-) !!) Da 2 anni amica/collega di Olivia drogata di viaggi come me natascia.rosolin@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *