Volevo una vacanza di mare ma anche di cultura. Volevo i miei adorati piccoli borghi da visitare al tramonto e una buona cucina. Volevo spiagge difficili da raggiungere e da dimenticare. Volevo godermi la mia famiglia come non riesco a fare durante l’anno. Sono riuscita a realizzare tutto questo in Cilento. Forse molti di voi sanno a malapena dove si trova, perchè è così, il Cilento non si vanta, non si promuove, non attrae orde di turisti in cerca di lusso, sfarzo e movida. Il Cilento si nasconde incastonato tra i monti Alburni e un mare incantevole, cullato da ritmi lenti e ambienti che sembrano fermi al secolo scorso.

MARE: ce n’è per tutti i gusti. Scogli, ciottoli, sabbia fine, sabbia mista imagea pietre, mare poco profondo, mare aperto, calette riparate, spiagge sterminate, lidi attrezzati e arene selvagge. Le più belle ovviamente sono quelle più difficili da raggiungere, ma forse perchè a me piace quasi di più il imagetragitto che vi ci porta, della spiaggia in se e per fortuna sto trasmettendo lo stesso entusiasmo ai miei figli che spesso hanno scarpinato per ore supportati da racconti di magie, incantesimi, eroi e sirene. Per i più pigri ci sono le barche, ma credo fermamente che ci si perda gran parte dello spettacolo, foss’anche solo per il fatto che alle 5 le barche portano via tutti e si resta in pochi fortunati a godere di luoghi magici. Baia Bianca, Porto Infreschi, Cala Pozzallo a Camerota, Spiaggia dell’arco, Grotta azzurra e Baia del buon dormire a Palinuro.image

CULTURA: i templi di Paestum sono una meraviglia e se visti al tramonto valgono l’intero viaggio. Annesso ai templi c’è anche un interessante museo archeologico che mi ha permesso di scopire un’innata sete di sapere dei miei bambini e un loro amore per la storia, la mitologia e la scoperta. Chi ha mai detto che non si possono visitare i musei con i bambini? Per loro è stato un pomeriggio entusiasmante, mi han fatto 3 milioni di domande, mi han fatto leggere ogni singola didascalia e mi hanno commosso con i loro occhi curiosi incollati a quella moltituine di vasi e statue.

Abbiamo poi visitato la vicina Reggia di Caserta e i suoi magnifici giarimagedini (e anche in questo caso ho visto una seienne che ascoltava affascinata la storia di Murat, dei Borboni e di Garibaldi)

Abbiamo visitato la magnifica Certosa di Padula , le Grotte di Pertosa imagee le gole del Calore (con relativa camminata nel bosco, bagno nelle pozze ghiacciate del fiume e giro in canoa tra le gole: per i bambini e anche per gli adulti una delle giornate più belle!!)

PICCOLI BORGHI: il Cilento è fatto di stradine strette e ripide, sentieri sperduti e borghi arroccati. Ormai si sa che sono le mie mete preferite, che si prestano a foto magnifiche e che mi perderei quotidianamente tra i loro vicoli. A partire da Castellabate che ha prestato le sue piazzette al film Benvenuti al sud, ma anche Agropoli, Padula, San Severino di Centola, Teggiano, Felitto… e non li abbiamo visitati tutti!!!image

BUONA CUCINA: alici cucinate in ogni modo, melanzane fritte-ripiene-grigliate-imbuttinate-gratinate e chi più ne ha più ne metta, mozzarella di bufala da leccarsi i baffi, pasta fatta in casa, fichi su ogni tavola e che dolci!!! A Pioppi c’è persino il museo della dieta mediterranea che proprio qui è stata studiata e portata come esempio di dieta salutare e ecosostenibile e genuina, diventando così patrimonio dell’umanità.

RITMI SLOW: per godersi la famiglia. Ce l’ho fatto anche grazie alla scelta di soggiornare in agriturismo: ne abbiamo scelti 3 e tutti ci imagehanno trasmesso le stesse sensazioni di pace, armonia con la natura e relax. Niente corse, niente ritmi serrati niente caos delle vie lungomare. Colline verdi, caprette oche e cavalli intorno, tanti ulivi, comodissime amache e dei bambini liberi di giocare all’aria aperta dal mattino alla sera. Veniva naturale abbandonare l’orologio e decidere solo di giorno in giorno quando partire, quanto riposare e a che ora rientrare. E che dire…mi manca già!!!


Natascia Rosolin

Appassionata di viaggi da sempre ma da quando son mamma ancora di più! Mamma sempre sull'orlo di una crisi di nervi e perennemente con la testa tra le nuvole (anche alla mia mente piace viaggiare :-) !!) Da 2 anni amica/collega di Olivia drogata di viaggi come me natascia.rosolin@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *