imageNon si viaggia solo per vedere posti nuovi. C’è chi viaggia per raggiungere qualcosa, chi per raggiungere qualcuno, chi per fuggire, chi per scoprire, chi per mettersi alla prova e chi per cambiare. E c’è chi nel viaggio vede tutte queste cose. Il viaggio è la migliore metafora della vita e come tale può assumere 1000 sfumature diverse.

imageOggi vorrei parlarvi, non di una mamma zaino in spalla, ma di un papà zaino in spalla e di suo figlio. Un figlio speciale. E di un viaggio speciale che hanno deciso di affrontare insieme. Lorenzo Cardone, detto Lollo ha 16 anni, è affetto da autismo e il suo grande viaggio lo affronta da una vita.  Grazie ad una innovativa cura (la ABA) sta notevolmente migliorando le sue capacità di relazione, sviluppando la caratteristica di ricordarsi nomi e parentele di chiunque gli diventi amico. Chi gli vive accanto, in primis suo papà Franco, sua mamma Elena e suo fratello Michele, ma anche tutti noi amici che abbiamo incrociato la sua strada, sa benissimo che quello che si appresta a fare non è nient’altro che l’esternazione di un viaggio interiore iniziato molto prima.image

Lollo è stato nominato dal suo Sindaco “Ambasciatore del Saluto” perchè la sua passione più grande è salutare le persone e tra 2 settimane partirà dalla sua Savigliano, con a fianco il suo papà, per attraversare il nord Italia fino a Montebelluna, paese di origine della nonna. Il viaggio è stato intitolato “un viaggio senza fretta” perchè prevede l’utilizzo di mezzi pubblici quali treno e pulmann, tante camminate (tant’è che padre e figlio si allenano quotidianamente) ma soprattutto avrà un ritmo dettato esclusivamente dalle esigenze di Lollo.

Ho scritto questo post perchè conosco Lollo e la sua famiglia e questo viaggio mi commuove e mi emoziona. Ammiro tantissimo suo padre per aver deciso di intraprendere questa avventura e ci tengo ad invitarvi tutti a seguirlo, (è stato creato un blog apposta: lorenzosenzafretta.blogspot.it) perchè il messaggio che questa esperienza ci porta è un messaggio di coraggio e di ottimismo: con la giusta calma si può arrivare ovunque, l’importante è non arrendersi, non avere fretta e seguire il ritmo del proprio cuore.image

Categorie: pensieri e parole

Natascia Rosolin

Appassionata di viaggi da sempre ma da quando son mamma ancora di più! Mamma sempre sull'orlo di una crisi di nervi e perennemente con la testa tra le nuvole (anche alla mia mente piace viaggiare :-) !!) Da 2 anni amica/collega di Olivia drogata di viaggi come me natascia.rosolin@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *