L’arrampicata è la grande passione di mio marito Paolo, tanto che il suo primo messaggio, 9 anni fa, è  stato: “Domani ti va di mettere le mani sulla roccia?” (e lasciate perdere i doppi sensi, lui intendeva proprio la roccia roccia!)… Naturalmente quella volta rifiutai, non potevo giocarmi il mio primo appuntamento cosi, con la mia imbranataggine! Ma dopo poco la passione divenne anche la mia ed è ancor oggi un altro bel modo di vivere la montagna! In realtà scrivo oggi questo post perché  ieri, dopo più di 5 anni, ho finalmente di nuovo arrampicato, con Paolo e Giorgio ( e Diego che girellava lì intorno!) e ne sono proprio felice! Potrei dire  che è  l’ unica cosa a cui ho rinunciato diventando mamma, il resto, magari in modo diverso,  l’ho continuato a fare e le mie passioni le ho coltivate anche con i bimbi; ma l’arrampicata prima era troppo rischiosa e poi troppo difficile da organizzare o forse mi andava di dare la precedenza ad altro! Ieri ne avevo proprio bisogno, avevo la necessità di essere io, la roccia e le mie ansie e devo dire che mi è servito!

Arrampicare è terapeutico e se fatto provare ai bimbi in un certo senso anche educativo!

DSCN0790

Partiamo da una precisazione: per arrampicata io intendo quella su roccia, in mezzo alla natura, con gli insettini che vai a disturbare lungo una via. Lo so, non tutti sono fortunati come noi a Cuneo che in 10 minuti troviamo già una palestra all’aria aperta però  per me è  tutta un’ altra cosa. E già questo è  bello per i bimbi, come qualsiasi avventura in montagna anche questa è un’esperienza all’aria aperta, genuina, dove la natura li  circonda e li allontana da rumori e velocità.

IMG-20150912-WA0002IMG-20150912-WA0000

I bimbi, rispetto ad un adulto salgono con molta più facilità,  un pò perche più incoscienti, ma anche perché arrampicando siamo soli con noi stessi, con le nostre paure, con i nostri pensieri e i bimbi sono ancora “liberi” da tutto questo…e l’ affrontare una salita, seppure ben assicurati dalla corda e dalle forti braccia del papà,  aggiunge un tassellino nel farli crescere sicuri di loro stessi. Lì  sei tu, la roccia, le piccole prese che devi trovare magari con difficoltà,  la forza delle tue gambette e sotto mamma e papà che ti incitano, ma lì sei solo tu!

E poi arrampicare per  i bimbi è proprio divertente! E più  della salita, la discesa in cui Giorgio si diverte a farsi calare sospeso nell’ aria!

Ora il problema è  trovare dei posti con monotiri e un  prato che permetta all’altro puffetto di correre e scoprire  senza rotolare giù  o farsi male… noi ieri siamo andati in valle Po, ad Oncino ed è una buona soluzione…altre palestre carine anche per bimbi sono a Vernante o a Sant’Anna di Vinadio. Qualcuno ne ha altre da suggerirmi per i prossimi weekend?

Categorie: montagna

Olivia Segre

Mamma di 3 bimbi pieni di energia amo occupare il tempo libero con le mie due passioni: la montagna e i viaggi!! Zaino in spalla, natura selvaggia e adattamento alle situazioni più bizzarre sono le nostre parole d'ordine e poi via con DIVERTIMENTO PURO FORMATO FAMIGLIA!!

4 commenti

Aureliano · maggio 30, 2016 alle 11:36 am

Ciao, sono d’accordo che il problema è sempre trovare un posto dove i piccoli possano razzolare. Placche Giacottino a Oncino, per la provincia di Cuneo, è forse la migliore. Però vi consiglio Monte Strutto (a Ivrea), che è decisamente meglio. Un prato gigante senza pericolo alcuno, moltissime vie anche molto facili, alberi per chi patisce il sole, prati per chi lo cerca.

http://www.gulliver.it/itinerario/13387/

    Olivia Segre · maggio 30, 2016 alle 12:21 pm

    Grazie! Lo proveremo il più presto possibile!

Giorgio Basile · agosto 5, 2016 alle 11:18 am

Ciao! Anche Isola Felice vicino a Foresto (Bussoleno) ha delle vie corte e facili per i bimbi. Poi c’è anche l’orrido li vicino da visitare!
E in Val Pellice, se volete anche fare due passi, c’è un bella falesietta dietro il rifugio Invincibili!

    Olivia Segre · agosto 5, 2016 alle 3:07 pm

    Grazie Giorgio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *