Finalmente la primavera si fa sentire: alberi fioriti, sole, aria tiepida e le giornate si allungano. A me viene voglia di stare sempre fuori e ovviamente di andarmene in giro! L’anno scorso in questo periodo siamo stati a Ferrara e Comacchio che secondo me incarnano in pieno il concetto di week end primaverile fuori porta. Perchè? Primo perchè sono bellissime, entrambe: da vedere, da vivere e assaporare lentamente, con la lentezza, la pace e l’entusiasmo dei bambini. Niente corse, niente tabelle di marcia, niente ricerca spasmodica di monumenti, musei e chiese. Ovvio ci sono alcune cose da non perdere, ma il modo migliore per amare queste due mete è perdersi tra le vie, tra le stradine, passeggiando o ancora meglio in sella ad una bici. I giardini bellissimi di Ferrara, via Mazzini con i suo mille ombrelli via Mazzinicolorati e sospesi nell’aria, il Castello, le mura, le Valli di Comacchio, i fenicotteri, i canali e le barchette…bastano 2-3 giorni per staccare completamente la spina dal solito tran tran e innamorarsi di questi posti.

1 giorno intero va dedicato a Ferrara. Per la visita della città con i bambini vi consiglio la caccia al tesoro ideata da Valentina di The Family Company: si divertiranno tantissimo e cammineranno senza lamentarsi! Se riuscite fate poi il giro delle mura in bicicletta: Ferrara è il regno delle bici ce ne sono tantissime, le usano tutti, adulti, bambini, anziani e sono proprio il mezzo migliore per vivere questa città (e per farla amare ai piccoli di casa). Meritano anche i parchi cittadini, ricchi di fontane, fiori e soprattutto giochi e intrattenimenti come Parco Massari e Parco Pareschi.

meritato relax

Il 2° giorno dedicatelo a Comacchio e alle sue Valli: il centro è piccolino, si visita tranquillamente in una mattinata, è una piccola Venezia e vi consiglio di non perdervi un giretto sui canali con  le tipiche barchette comacchiesi che a differenza delle gondole veneziane trasportano i turisti gratuitamente. Fermatevi a pranzare in uno dei tanti localini all’aperto (vorrete mica perdervi la piadina??) e poi via sulle bici ad esplorare le Valli con  le saline, i suoi fenicotterile Vallie i vecchi i casoni di pesca. Questa gita vi permetterà di immergervi in una natura incontaminata a pochi passi dal mare e dalla frenesia delle città. Sarà una vera pausa rigenerante per lo spirito da assaporare con i vostri pargoli.

Se vi avanza una mezza giornata vi consiglio un’escursione in barca tra le Valli o anche verso il Delta del Po:gita in barca

i bambini adorano le barche ed è un altro modo per ammirare questa natura in tutta la sua magia rallentando i ritmi e dimenticando tutto il resto. Avrete l’occasione di esplorare spiagge selvagge, mangiare sulla barca e buttare gli avanzi ai gabbiani che arrivano in branco. I più piccoli ne saranno entusiasti! Le partenze sono a Porta Garibaldi, pochissimi km da Comacchio.

Non so se è un caso, ma in questo viaggetto i miei bimbi sono stati bravissimi, entusiasti e felici di ogni cosa e qui più che mai ho continuato a pensare che il posto migliore per crescere i figli…sia in viaggio!!!

 

Categorie: città

Natascia Rosolin

Appassionata di viaggi da sempre ma da quando son mamma ancora di più! Mamma sempre sull'orlo di una crisi di nervi e perennemente con la testa tra le nuvole (anche alla mia mente piace viaggiare :-) !!) Da 2 anni amica/collega di Olivia drogata di viaggi come me natascia.rosolin@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *